Sei cammini abruzzesi da fare in estate

In pochi sanno che tra motivi che rendono l’Abruzzo una regione unica in Italia e nel mondo c’è anche quella di essere una sorprendente “Terra di Cammini”, un intricata quanto interessante ragnatela di percorsi spirituali, storici, religiosi e culturali, che con fatica e tanti sacrifici sono animati da persone e soprattutto associazioni a cui va riconosciuto l’incredibile merito di far conoscere questa regione nel modo più esperienziale e profondo possibile: camminando.

Ve ne suggeriamo 6 tra cui scegliere per la vostra esperienza a piedi della prossima estate.

il Cammino di San Tommaso

Quindici giorni di cammino per i 313 km che separano Roma e la Cattedrale di San Tommaso Apostolo a Ortona sul Mar Adriatico. Le bellezze della Città Eterna, la storia dell’Appia Antica, i Monasteri Benedettini di Subiaco, l’area archeologica di Alba Fucens, le pagliare di Tione, l’Abbazia di San Clemente a Casauria, il Santuario del Volto Santo di Manoppello, le Sorgenti Solfuree del fiume Lavino, il Miracolo Euraristico, la Fontana del Vino, il Castello di Crecchio… sono sono alcune delle incredibili emergenze naturali, culturali, religiose e storiche che si incontrano lungo il percorso che trae fondamento storico dal pellegrinaggio compiuto da Santa Brigida – protettrice d’Europa – da Roma alla cripta di San Tommaso a Ortona intorno al 1370.

mettersi in viaggio

L’Associazione “il Cammino di San Tommaso” nel 2013 ha ideato questo itinerario e con un’incessante opera di miglioramento e sviluppo del progetto è diventata un vero e proprio punto di riferimento nazionale nel mondo della mobilità lenta. Dal sito internet dell’associazione www.camminodisantommaso.org è possibile richiedere la carta del pellegrino, le tracce gps, la guida e la lista delle strutture convenzionate.


il Tratturo Magno

La transumanza, patrimonio nobile e antico di popolazioni che attraverso la cultura pastorale hanno scambiato conoscenze, implementato economie, favorito scambi commerciali, trova con fatica una sua giusta collocazione nel mondo contemporaneo dove le relazioni umane sono scandite da una diversa concezione del tempo. Ci sono 300.000 passi da muovere per arrivare dall’Aquila a Foggia, qualche decina di chilometri in più da percorrere rispetto agli originari 244 di lunghezza del Tratturo Magno. I pastori impiegavano 15 giorni con le loro pecore, ma era un tempo molto variabile: dipendeva in gran parte dalle condizioni meteorologiche e dallo stato di salute delle greggi alla partenza e poi, come sempre, dagli imprevisti.

mettersi in viaggio

E’ possibile percorrere il Regio Tratturo grazie all’associazione “Tracturo 3000” che da qualche anno è impegnata nella riscoperta, nella tutela e nella promozione della cultura transumante. Per informazioni su come sentirsi pastore per qualche giorno www.tratturomagno.it


il Sentiero della Libertà

Il Sentiero della Libertà è un cammino di natura storica all’interno dello splendido Parco Nazionale della Majella. E’ lungo circa 60 km collegando la cittadina di Sulmona, che si trova sul versante occidentale del massiccio, e quella di Casoli che invece si trova su quella orientale. Il percorso è di fatto un attraversamento di quella che durante la II Guerra era la Linea Gustav e quindi una vera e propria via di fuga  percorsa migliaia di giovani italiani e prigionieri alleati all’indomani della firma dell’armistizio dell’8 Settembre 1943 che di fatto spaccò in due la penisola italiana proprio nel cuore delle montagne abruzzesi e laziali.  Anche Carlo Azeglio Ciampi, Presidente Emerito della Repubblica Italiana, affrontò la traversata da Sulmona a Casoli il 24 marzo 1944 descrivendola nel diario riportato integralmente nel libro a cura del Liceo Scientifico Statale “Enrico Fermi” di Sulmona.

mettersi in viaggio

E’ possibile mettersi in viaggio grazie all’associazione “il Sentiero della Libertà / Freedom Trail” che da diversi anni si preoccupa di mantenere viva la memoria di questa importantissima pagina della storia abruzzese e forse anche internazionale. Ogni anno l’associazione organizza una marcia di tre giorni lungo il percorso a cui prendono parte migliaia di persone con tantissimi studenti provenienti da ogni parte d’Italia. Per informazioni www.ilsentierodellalibertà.it


la Valle delle Abbazie

Il Cammino nella Valle delle Abbazie è un itinerario di circa 50 km in provincia di Teramo che sviluppa nell’incantevole Valle del Medio Vomano tra il Santuario di San Gabriele a Isola del Gran Sasso e la Chiesa di Santa Maria di Propezzano nel comune di Morro d’Oro. Camminando, zaino in spalla, su suggestivi sentieri di campagna, si scoprono lo stupendo ciclo di affreschi di Santa Maria di Ronzano, il più antico ciborio d’Abruzzo conservato in San Clemente al Vomano, la maestosa architettura di Santa Maria di Propezzano e, inoltre, la singolare Torre Triangolare di Montegualtieri e altri piccoli borghi medievali.

mettersi in viaggio

La promozione del percorso è curata dall’Unione dei Comuni “Colline del Medio Vomano” (www.valledelleabbazie.it) mentre per mettersi in cammino ci si può rivolgere alla giovanissima quanto esperienziale associazione “l’Abruzzeria” www.labruzzeria.it


il Cammino dei Briganti

Il Cammino dei Briganti è un itinerario di circa 100 km e percorribile in 7 giorni che si snoda tra Abruzzo e Lazio  sull’antica linea di confine tra lo Stato Pontificio e il Regno Borbonico, seguendo le orme dei fuorilegge che dominavano la zona a cavallo tra la Marsica e il Cicolano nel Lazio. Interessa i comuni di Sante Marie, Tagliacozzo, Pescorocchiano, il borgo di Cartore e Magliano dei Marsi.

mettersi in viaggio

Il Cammino è stato ideato da Luca Gianotti ed è possibile mettersi in viaggio scrivendo ai contatti presenti sul sito internet www.camminodeibriganti.wordpress.com


Cammino Naturale dei Parchi

L’idea del Cammino Naturale dei Parchi nasce nel 2016, parallelamente alla proclamazione dell’Anno nazionale dei cammini da parte del Ministero dei Beni Culturali, e a quella del Giubileo Straordinario della Misericordia, con l’intento di creare un percorso opposto rispetto a quelli ai quali siamo abituati. E’ infatti un viaggio essenzialmente laico che esce da Roma, la città eterna da sempre meta di pellegrini e turisti, e partendo da fondi valli storici si dirige verso alcune piccole grandi meraviglie del nostro Paese nascoste tra i boschi dei nostri monti e quindi spesso sconosciute. Con il suo itinerario il Cammino Naturale dei Parchi unisce le diverse aree protette che si susseguono nel percorso tra l’Aquila e Roma creando una rete che, passando per diverse regioni, promuove la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale, ambientale e anche religioso, e favorisce lo sviluppo del turismo sostenibile.

mettersi in viaggio

Il Cammino Naturale dei Parchi è stato ideato e realizzato da Regione Lazio, Regione Abruzzo e tutti i parchi naturali e le comunità attraversate dal cammino che tanto stanno facendo per la crescita e lo sviluppo dello stesso. Per intraprendere il viaggio si può consultare tutto il materiale sul sito internet www.camminonaturaledeiparchi.it


ps vi segnaliamo anche “Pennabball” e il “Cammino dei Vignandanti”… cercate info sul web per capire di cosa si tratta… Buon Cammino da Abruzzo Esperienziale!